Blog > Auto e Motori > Salone dell'automobile di Francoforte 2017

Salone dell'automobile di Francoforte 2017

18/09/2017

Che siano station, berlina, diesel, benzina o GPL, sono ormai le indiscusse protagoniste delle nostre strade, e sempre di più anche delle nostre vite.
Ebbene sì, perchè l'auto del XXI secolo non è più un semplice foglio di lamiera motorizzato, bensì quasi tutte le case automobilistiche la stanno rendendo in grado di interagire con le abitudini di ognuno di noi, di memorizzare la nostra routine e di imparare a conoscerci, così come se fosse un vero e proprio membro della famiglia.


Al salone dell'auto di Francoforte, infatti, sono stati presentati i nuovi modelli delle principali case automobilistiche, le quali, a seguito dello scandalo del diesel Gate, hanno implementato sempre di più la messa a punto e la produzione di veicoli totalmente elettrici, con autonomia di circa 500km con una carica.
Sempre più somiglianti a delle navicelle spaziali di quelle che siamo abituati a vedere nei film, ecco che hanno fatto il loro ingresso nel mondo delle quattro ruote le prime auto full-electric, senza più né pedali né volante, in grado di muoversi in autonomia, di seguire un percorso preimpostato, di adeguarsi al traffico e di riconoscere gli ostacoli, predisponendo sistemi di frenata efficienti ed immediati.


Insomma, chi non la vorrebbe un'auto così?!
Ebbene, nonostante tutta questa tecnologia, sicurezza e rispetto per l'ambiente, sono ancora pochi gli esemplari "alla portata di tutti", sia in termini di prezzo sia per quanto riguarda la loro gestione ed utilizzo, infatti risultano ancora carente lo sviluppo di infrastrutture adeguate ad una viabilità elettrica e la creazione di punti di ricarica efficienti e capaci di sostenere un fabbisogno che potrebbe aumentare esponenzialmente nel giro di pochi anni.
Forse ancora troppo poco conosciuti, forse un po' extraterrestri e dal funzionamento misterioso, sono però sicuramente i discepoli delle nostre care e amate Panda e Topolino, e, perchè no, potrebbero anche sostituire in pista le Ferrari e le Mercedes.
Siete pronti a vedere sfrecciare in Formula E le nuove macchine del futuro? 

Scritto da: Pirovano Giulia