Blog > Cultura e Società > I giovani al voto... #Parliamone!

I giovani al voto... #Parliamone!

02/03/2018

Nella serata di domenica, 25 febbraio, si è tenuto un incontro nel Bar Cantün di Lecco, organizzato dal circolo dei Giovani Democratici della città, per discutere e confrontarsi sulle elezioni politiche che vedranno i cittadini italiani alle urne, il prossimo 4 marzo. Un giornalista della Provincia di Lecco aveva il compito di mediare gli interventi di 4 giovani lecchesi, ognuno rappresentante di un partito. L’iniziativa era rivolta a tutti gli interessati all’argomento, con particolare riferimento ai giovani, dunque anche noi Quasi Amici abbiamo voluto partecipare!

Il risultato è stato sbalorditivo e contro tutte le timide aspettative: la sala era gremita di giovani volenterosi di mettersi in gioco per meglio capire la realtà circostante e la politica di oggi.

 

 

Per iniziare è stato proiettato un video che raccoglieva le interviste di ragazzi e ragazze circa i loro pensieri sull’importanza del voto, sull’assenteismo fra i giovani e sul rapporto esistente fra la politica e la vita quotidiana di tutti noi e delle nuove generazioni.

Perché un giovane dovrebbe andare a votare? Ampiamente condiviso fra i ragazzi intervistati e confermato anche dal pubblico presente è stato l’accertamento di come in effetti esista un “gap”, un divario, fra le percezioni giovanili sulla politica e la politica in sé per come si atteggia e per i profili che suole assumere. Questo accade perché, da un lato, gli Under30 si sentono impotenti e neutralizzati rispetto a chi detiene il potere di governare, non riuscendo a creare un ponte di comunicazione e, dall’altro lato, le autorità competenti non sembrano interessarsi e comprendere la realtà giovanile, non provando effettivamente ad entrare in sinergia con essa. Il risultato è un allontanamento sempre più evidente fra le parti, che termina sfociando in un assenteismo dominante e nell’inconscio disinteresse dei giovani per i quali la realtà governativa, burocratica e decisionale appare così lontana, da non riguardarli neanche. Dunque, perché preoccuparsi di qualcosa che è così lontano? Purtroppo o per fortuna, questa realtà decisionale ricade su ciascuno di noi, anche se non sembra riguardarci direttamente.

 

 

La serata è poi proseguita in forma di dibattito fra i 4 ragazzi che hanno illustrato concretamente le idee di Partito Democratico, Forza Italia, Movimento 5 Stelle e Liberi e Uguali circa delle tematiche specifiche portate in campagna elettorale. Ci sono stati anche numerosi interventi da parte del pubblico, cosa molto importante per far sì che si creasse un clima adatto fra coetanei per potersi confrontare in libertà.

Si è discusso su argomenti di interesse comune, con particolare riferimento alle realtà più vicine a noi, si è parlato quindi di ricerca, università e lavoro, cercando di individuare delle possibili prospettive e delle idee concrete per il futuro.

Essendo un mondo del quale si potrebbe parlare all’infinito, forse non basterebbe un articolo per raccontare tutto ciò che è stato detto, e forse ancora non è bastata una serata per dirsi tutto quello che ci si poteva dire; la cosa certa e motivante è il fatto di averci provato, in un piccolo bar della cittadina lecchese un gruppo numeroso di giovani ha provato a superare quel “gap”, ha scelto liberamente di partecipare ad un’iniziativa per parlare di vita civile.

Dal nostro punto di vista, ciò che abbiamo visto domenica sera è rincuorante. La volontà di fare bene c’è, e bisognerebbe forse creare più occasioni come questa per sentirci più presenti e protagonisti!

Perché la politica è forse uno degli aspetti che ci riguarda più da vicino e, al di là del sentore comune, qualcuno ne è molto consapevole.

Buon voto a tutti!

 

(Le foto sono state prese dalla pagina Facebook - Giovani Democratici città di Lecco).

Scritto da: Veronica Erma